ALLIEVI, CON LA KENNEDY, SOLO UN PARI

PRO CATANZARO – KENNEDY  0-0

PRO CATANZARO:  Voce, Chiarella (dal 33’ del st Mantella), Parise, Calabretta (dal 1’ del st Bruno),  Marino F., Garcea, Nocita, Belcamino, Poggi (dal 15’ del st Fuscà), Masciari, Sirianni. In panchina: Cimino, Magro, Corasaniti

Allenatore : Carlo Voce

KENNEDY J.F.: Foscolo, Marino A., Buonamore, Bronzi (dall’11’ del st Starace), Russo, Tripodi, Greco, Marino M., Barbieri (dal 7’ del st Mancuso M., dal 25’ del st Tozzo), Ferrazzo, Caliò. In panchina: Tomaselli, Raiola, Scalzo

Allenatore : Salvatore Folino

Arbitro : Pasquale Molinaro di Lamezia Terme

L’atteso derby tra Pro Catanzaro e Kennedy si conclude con un risultato ad occhiali 0-0 con poche emozioni per i tanti spettatori presenti in tribuna.  Parità, dunque, tra le due squadre catanzaresi che a differenza della gara di andata, disputata a Runci, conclusasi con il risultato di 1-1, hanno giocato con  più accortezza, annullandosi a vicenda. Dopo ottanta minuti di gioco intensi, carichi di pathos ma non entusiasmanti, le due formazioni hanno guadagnato le vie degli spogliatoi con l’amarezza di non essere   riuscite a regalare ai propri tifosi la gioia della vittoria. Alla fine, un punto a testa per uno 0-0 tutto sommato giusto che accontenta tutti e che, almeno, per i giovani Aquilotti, allenati da Carlo Voce e Tato Sabadini, fa tanto morale perché conquistato contro una squadra forte e blasonata.  Un punticino che, in un periodo di vacche magre, serve a smuovere la classifica che resta, comunque, pur sempre deficitaria e preoccupante.

Cronaca.  Parte forte la Kennedy che, nei primi minuti di gioco, colpisce per ben due volte i pali della porta difesa da Voce. L’orologio del direttore di gara segna il minuto 2 quando Ferrazzo, dal calcio d’angolo, batte direttamente in porta. Il portiere giallorosso, d’istinto, smanaccia il pallone che colpisce la traversa e ricade in campo. Russo, libero da marcature, si trova sui piedi la palla dell’1-0 ma la  sua conclusione, a botta sicura, si spegne sulla base del palo. Veramente sfortunata, nell’occasione, la squadra allenata da mister Folino che, da questo momento in poi, non riesce più a trovare il bandolo della matassa anche perché la retroguardia giallorossa non si fa trovare più impreparata e fa buona guardia alla porta difesa dal bravo Voce. Nulla di rilevante da segnalare nei restanti minuti della prima frazione di gioco che si chiude senza far registrare altre particolari emozioni. Alla ripresa del gioco, Pro più determinata e convinta dei propri mezzi e la Kennedy che, fino ad allora aveva marcato un certo predominio territoriale, si smarrisce e lascia l’iniziativa ai giovani Aquilotti. Al 20’ Chiarella, uno dei migliori in campo tra file giallorosse insieme a Garcea, Masciari e Nocita, dopo una cavalcata travolgente sulla fascia sinistra, dal limite dell’area lascia partire un tiro in diagonale che sfiora il palo della porta difesa da Foscolo. Al 21’ e al 43’ è Fusca, subentrato a Poggi, ad avere l’occasione di sbloccare il risultato ma le sue conclusioni finiscono alte sulla traversa. Al  triplice fischio finale, dell’ottimo arbitro Molinaro, l’agonismo lascia spazio al far play e i giocatori, al centro del campo,  si salutano stringendosi la mano.

Recent Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *