JUNIORES, VITTORIA ALL’ULTIMO RESPIRO: TRAPASSO E COSTA FIRMANO LA RIMONTA

Il gol di Costa

GARIBALDINA – PRO CATANZARO 1-2
GARIBALDINA: Colosimo E., Bruzzese (21’ st Albanese), Scalise (45’ st Mancuso), Garofalo, Leo, Avolio, Cittadino, Elia (1’ st Sacco), Gallo G., Muraca. In panchina: Buso. All.: Gerfoglio
PRO CATANZARO: Teducci, Gigliotti (27’ st Gallo F.), Galati, Reale, Guarnieri (41’ st Scumace), Marino, Rania, Leone, Pezzano, Trapasso (43’ st Dushku), Costa. In panchina: Moltedo, Zavaglia, Toto, Mastrangelo. All.: Samà
ARBITRO: Fanara di Cosenza
MARCATORI: 20’ st Gallo G. (G), 40’ st Trapasso (PCZ), 46’ st Costa (PCZ)

Come nel match d’andata la Pro Catanzaro batte all’ultimo respiro la Garibaldina e supera così uno degli scogli più difficili rimasti da qui fino alla fine della regular season. Come ci si aspettava, all’Antonio Leo di Soveria Mannelli è stata una vera e propria battaglia sportiva, visto l’enorme potenziale offensivo dei padroni di casa (privi comunque del capocannoniere del campionato Buso, solo in panchina, e del forte Trocini, squalificato) che aveva già impressionato nella gara del Curto, le avverse condizioni atmosferiche e le precarie condizioni fisiche dei centrali a disposizione di mister Samà, nell’ultima settimana tutti alle prese con i malanni di stagione. Eppure proprio lo stesso reparto arretrato, formato nell’occasione da Galati, Marino, Guarnieri e Gigliotti, ha fornito una prova superlativa, limitando la pericolosità dei giocatori più temuti nelle file dei padroni di casa. Ma tutti, davvero tutti, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo per i 92’ di gioco, e alla fine sono stati premiati con una vittoria meritata e che, in attesa del recupero tra Gimigliano e Promosport, mantiene apertissimo il discorso primo posto.
La partita. Nella prima frazione sostanziale equilibrio dal punto di vista delle occasioni, con i giallorossi che non hanno concretizzato per poca precisione nell’ultimo passaggio, mentre dall’altra parte Teducci ha dovuto sporcarsi i guanti in un paio d’occasioni.
Nella ripresa si è praticamente assistito allo stesso copione del match col Gimigliano, anche se il finale è stato totalmente diverso. I giallorossi hanno fallito in più circostanze il gol del vantaggio, due volte clamorosamente con Rania, che entrava in area dalla sinistra ma vedeva il suo tiro a botta sicura deviato con la punta delle dita da Colosimo E., e con Pezzano che, imbeccato dallo stesso Rania, a tu per tu con l’estremo difensore locale, colpiva malissimo spedendo fuori dallo specchio della porta. Poi, come spesso accade nel calcio, arrivava il gol della Garibaldina con Gallo G., che con grande freddezza infilava Teducci dopo una bella combinazione con Cittadino. Colpiti a freddo, Guarnieri e compagni non mollavano, stringevano i denti e cercavano in tutti i modi di scardinare la difesa locale. Al 40’ Trapasso, in mischia sugli sviluppi di un corner, pescava il jolly per l’1-1. Questa volta però, rispetto al match del Sant’Elia, i ragazzi di Samà trovavano la “zampata” decisiva: nel primo dei due minuti di recupero concessi dal signor Fanara infatti, Costa, pescato in posizione ottimale in area di rigore, bruciava Colosimo in uscita e scatenava l’irrefrenabile gioia dei suoi compagni e della panchina. L’ultimo minuto scorreva velocemente e la Pro poteva così festeggiare l’importantissimo successo.

NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH

Recent Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *