PRO CATANZARO: CON LA KENNEDY SOLO UN PARI. UNA RETE DI SIRIANNI, IN EXTREMIS, SPEGNE OGNI VELLEITA’ DI VITTORIA DELLA FORMAZIONE OSPITE.

 

nella foto il gol di Sirianni al 41' del st

USD PRO CATANZARO – SSD KENNEDY J.F. 1-1

PRO CATANZARO:  Mauro, Greco, Saverino, Magro, Cimino, Mantella, Orlanduccio, Chiaravalloti, Fuscà, Sirianni, Poggi Madarena. A disposizione: Fera

ALLENATORE: Sig. Vito Samà

KENNEDY J.F.: Tomaselli, Critelli, Evaroni, Toto, Tozzo, Corsi, Crispo, Mazza, Granato, Mancuso, Caliò. A disposizione: Arnò, Viotti, Correnti, Rocca, Nespoli, Rotundo

ALLENATORE: Sig. Salvatore Folino

ARBITRO: Sig. Giovanni Emanuele Grande della sezione AIA di Soverato

MARCATORI:  al 14′ del st Tozzo (K), al 41′ del st Sirianni (PCZ)

Una rete di Sirianni, al 41′ del secondo tempo, permette alla Pro Catanzaro di acciuffare, in estremis, il pari e di spegnere ogni velleità di vittoria della formazione ospite. La Kennedy che, a lungo, aveva accarezzato il sogno di aggiudicarsi il derby e rendere pan per focaccia agli odiati cugini, all’andata vittoriosi in trasferta per 2 a 1, deve accontentarsi di un misero punticino che è pur vero che smuove la classifica ma non colma il gap di punti che la Pro Catanzaro vantava  e continua, tuttora, a vantare nei confronti della stessa. A quattro giornate dal termine della regular season, cinque lunghezze di vantaggio, costituiscono un tesoretto abbastanza consistente da difendere, con le unghie e con i denti,  per non ritrovarsi a dovere disputare i play out. Un pareggio sostanzialmente giusto che premia la caparbietà dei giovani Aquilotti, mai domi, che forse, per come è maturato, lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di Folino incapaci di chiudere la gara quando gli si è presentata l’occasione. La fortuna si sa aiuta gli audaci è la Pro, almeno in questa gara, lo è stata.

Cronaca:  Il derby è sempre il derby e nei tifosi e nei calciatori ha un fascino particolare perchè è una gara che sfugge a ogni pronostico. Il pareggio conseguito con la Kennedy, squadra dall’antico blasone, viste le tante assenze (Guadagno e Talarico per squalifica, Pezzano e Syaf per motivi familiari) e le non ottimali condizioni fisiche di alcuni calciatori reduci dall’influenza è stato accolto nell’ambiente giallorosso con grande soddisfazione tanto da essere festeggiato come una vittoria. L’incontro bello e avvincente, ben giocato dalle due squadre, ha tenuto con il fiato sospeso i tanti spettatori accorsi al Francesco Verdoliva di Gagliano per assistere a questa stracittadina che, puntualmente, come ogni anno, accende gli animi e gli entusiasmi dei tifosi. Parte forte la Pro che al  primo minuto di gioco con Orlanduccio, ben servito da Sirianni, mette a dura prova i riflessi del portiere avversario che si salva deviando il pallone in corner. Dopo qualche tentativo velleitario dalla distanza della Kennedy, al 24′, è  la squadra ospite ad avere l’opportunità di passare in vantaggio. Mancuso con un pregevole  tocco mette Caliò a tu per tu con Mauro che si supera e riesce a sventare la minaccia. Il primo tempo si chiude senza riservare altre particolari emozioni.

nella foto l’azione del gol di Tozzo

Al rientro dagli spogliatoi è la Kennedy a provare a fare la partita e, al 14′, Tozzo, incredibilmente libero da marcature, trova il tempo e il modo per finalizzare in rete un preciso cross dal fondo. Quattro minuti dopo, su uno schema  di calcio d’angolo, Sirianni dopo aver dribblato un difensore ospite  ha l’opportunità di pareggiare le sorti dell’incontro; Tomaselli è bravo a respingere in corner l’insidiosa conclusione. Al 20′, Sirianni dalla lunetta del calcio d’angolo batte corto per Fuscà che, da posizione decentrata, calcia forte sul portiere in uscita. La partita, bella e ricca di continui capovolgimenti di fronte, dopo una rete annullata a Crispo per sospetta posizione di fuorigioco e un rigore sacrosanto non concesso alla Pro, alla mezz’ora, per un plateale atterramento di Critelli ai danni di Magro, nei minuti finali, si riaccende improvvisamente. Al 39′, Crispo, solo davanti a Mauro, da posizione ottimale, incredibilmente, calcia fuori dallo specchio della porta. Come spesso accade nel

nella foto il palo colpito dalla Pro con Greco

calcio  chi sbaglia paga e dopo un clamoroso palo colpito da Greco al 40′, ci pensa Sirianni, un minuto dopo, a sorprendere la difesa viola e riequilibrare le sorti del match. Un gol importante, voluto fortemente e a lungo festeggiato dai giovani Aquilotti in campo e negli spogliatoi, un gol  che, sicuramente, ha reso il weekend più  bello perchè anche quest’anno i coloriti e simpatici sfottò di fine gara degli avversari sono stati scongiurati.

Recent Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>