LA JUNIORES DELLA PRO CATANZARO ESCE A TESTA ALTA DAI PLAY OFF. SILANA AVANTI TUTTA, DECISIVA UNA RETE DI CURIA.

SILANA 1947 - PRO CATANZARO  1-0

SILANA 1947: Mosca, Benincasa S., Benincasa L., Mele (dall’11′ del st Barberio), Talarico, Iaquinta, Tricarico L., Ferrarelli, Benincasa D., Curia (dal 24′ del st De Marco),  Caridà.  A disposizione: Spadafora, Tricarico G., Lo Petrone.

PRO CATANZARO: Teducci (dal 43′ del st Mauro), Chiarella, Mantella (dal 35′ del st Gallo), Belcamino, Marino, Lauritano, Guadagno, Leone (dal 40′ del pt Toto), Fuscà, Sirianni, Greco.

ARBITRO: Sig. Longo di Paola

MARCATORE: al 23′ del st  Curia (SIL)

Nel girone C del campionato juniores calabrese saranno Silana  e Sersale a contendersi l’ultimo posto utile per partecipare alla fase finale regionale. Al Valentino Mazzola di San Giovanni in Fiore, una rete di Curia, al 23′ del secondo tempo, regala una vittoria di capitale importanza per il sodalizio silano e spegne ogni velleità di successo della squadra catanzarese. Ha dovuto sudare le classiche sette camicie la formazione locale per avere ragione della strenua resistenza opposta dai giovani Aquilotti che, pur in formazione largamente riamaneggiata, hanno dato filo da torcere ai più esperti e quotati avversari. E’ stata un gara corretta, ben giocata da entrambe le contendenti che ha tenuto, fino all’ultimo, con il fiato sospeso i tanti spettatori presenti in tribuna che non hanno mai fatto venire meno il loro sostegno alla squadra locale e che, al triplice fischio finale, hanno gioito e festeggiato con i propri beniamini il passaggio del turno. Ha vinto la Silana, squadra quadrata e ricca di spiccate individualità, ma l’undici giallorosso visto all’opera ha destato una buona impressione ed esce a testa alta dai play off.

Cronaca:  Niente da fare per la juniores della Pro Catanzaro sconfitta a San Giovanni in Fiore, di misura, dai pari età della Silana. Dire pari età è un vero eufemismo, visto che nelle file della squadra giallorossa erano ben sei i calciatori classe 1997 (allievi) schierati tra i titolari da mister Samà  che, per le tante concomitanti assenze, ha dovuto fare di necessità virtù. Dopo le prime schermaglie iniziali è la Silana, al 9′, ad avere per prima l’opportunità di passare in vantaggio. Tricarico dal fondo mette dentro un insidioso pallone che Benincasa Domenico non riesce a finalizzare in rete per una tempestiva chiusura di  Chiarella, bravo a rubare il tempo al centravanti silano e sventare la minaccia. Sei minuti dopo, Caridà, con un gran tiro da fuori, fa venire i brividi a Teducci ma la sua conclusione impatta sulla schiena di Chiarella e termina alta sulla traversa. Al 26′, Caridà, buona la sua prestazione, con un gran fendente sfiora il palo. Il primo tempo si chiude senza riservare altre particolari emozioni. Al rientro dagli spogliatoi la squadra catanzarese sembra avere un altro piglio e, al 5′, con Sirianni va vicino alla segnatura. Guadagno serve in profondità un invitante pallone al n. 10 giallorosso che si libera del suo diretto marcatore e, dal limite dell’area, lascia partire un gran diagonale che sfiora il palo.  Sette minuti dopo Teducci, uno dei migliori se non il migliore tra i ventidue atleti scesi in campo, con un intervento plastico dice di no a una conclusione di Iaquinta destinata a togliere le ragnatele dal set. Al 17′, un gran diiagonale di Tricarico fa la barba al palo e, un minuto dopo, una terrificante conclusione di Curia si stampa sul palo. Il gol è nell’area e a realizzarlo ci pensa Curia, al 23′,  al termine di una azione rocambolesca. Ferrarelli, a tu per tu, con Teducci non trova di meglio che calciare sul portiere in uscita ma Chiarella, questa volta, non riesce a rinviare lontano come dovrebbe la sfera di cuoio che, lemme lemme, finisce sui piedi di Curia che non ha alcuna difficoltà a ribadire in rete. 1-0 Silana e palla al centro. Nell’azione concitata del gol, Curia si infortuna ed è costretto ad abbandonare il rettangolo verde. Al 27′,  Belcamino con un gran calcio di punizione, dal limite, sfiora la traversa della porta difesa da Mosca.  A questo punto della partita mister Samà decide che è ora di osare di più,  toglie l’esausto Mantella e da spazio a Gallo tenuto fino ad allora, precauzionalmente, in panchina perchè non in perfette condizioni fisiche.  La squadra giallorossa si riversa in avanti ma l’ottimo Talarico, in difesa, e il bravo Ferrarelli, a centrocampo, riescono quasi sempre a mettere una toppa  a colori e tamponare le iniziative catanzaresi. Al 43′, Teducci, in disperata uscita, salva il risultato ma rimedia una botta a un ginocchio che lo costringe a uscire anzitempo dal campo.  Proprio allo scadere della seconda frazione di gioco, la Pro Catanzaro ha sui piedi di Sirianni la palla buona per pareggiare le sorti dell’incontro e disputare i tempi supplementari ma la sfera di cuoio, calciata con forza dal fantasista giallorosso, sfiora il palo.  E’ l’ultimo sussulto di una gara bella, avvincente che la Silana ha, sicuramente, meritato di vincere ma che i giovani Aquilotti hanno reso interessante e straordinariamente aperta fino all’ultimo secondo. 

Recent Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>