ALLIEVI, ALTRO KO INTERNO. CSPR VITTORIA E PRIMATO.

nella foto il gol realizzato da Frascà

PRO CATANZARO – CSPR 94  0-3 

U.S.D. PRO CATANZARO:  Mauro, Cimino (dal 1′ del st Pezzano), Greco (dal 18′ del st Talarico), Magro, Saverino, Mantella, Orlanduccio, Chiaravalloti, Fuscà, Sirianni, Guadagno. A disposizione: Fera

S.C. C.S.P.R. 94Rullo A., Catalano, Gennaro, Pasqualino (dal 40′ del st Futia), Lia, Rullo R., Frascà (dal 43′ del st Minnella), Ciccarello, Cortale (dal 41′ del st Corsaro), Lionetti (dal 44′ del st Coluccio), Denaro (dal 42′ del st Curiale)A disposizione: Dimasi, Maiolo

ARBITRO: Sig. Maurizio Corticelli

MARCATORI:  al 12′ del pt Pasqualino (CSPR), al 37′ del pt Lionetti (CSPR), al 7′ del st Frascà

Altro passo falso interno dei giovani Aquilotti sonoramente sconfitti dai pari età del CSPR 94 che, grazie al successo odierno, conquistano, in solitario, la vetta della classifica. Un altro pomeriggio amaro e da dimenticare, un’altra prestazione incolore e sottotono della squadra giallorossa che non riesce proprio a dare continuità di risultati al suo campionato. Un 3-0 pesante da digerire che non lascia adito a recriminazioni e che mette a nudo i limiti tecnici, strutturali e caratteriali della compagine catanzarese. La vittoria contro la Vigor Catanzaro aveva illuso un po l’ambiente che la svolta fosse finalmente arrivata, invece siamo al punto di prima. Occorre, al più presto, rialzare la testa, ritrovare la giusta concentrazione e la serenità d’animo necessaria per disputare un finale di campionato dignitoso.

Cronaca:  Parte forte la Pro che, al 1′,  potrebbe passare in vantaggio con Fuscà che ben lanciato da Chiaravalloti, da buona posizione, calcia incredibilmente fuori dallo specchio della porta. Al primo vero affondo  il  CSPR  va

nella foto il gol realizzato da Pasqualino al 12′ del pt

in gol  e a  realizzarlo  ci  pensa Pasqualino con un tiro a mezza altezza   che  sorprende  Mauro.

nella foto il quasi gol di Fuscà

Al 23′, Orlanduccio sforna un bel assist per Fuscà il cui gran diagonale fa la barba al palo. Tre minuti dopo, sugli sviluppi di un schema su calcio d’angolo, provato e riprovato in allenamento, la Pro potrebbe pareggiare le sorti dell’incontro. Fuscà, invece di calciare lungo, appoggia su Sirianni che entra in area di rigore e dal fondo effettua un insidioso tiro-cross che Magro, per un pelo, non riesce a deviare in rete. I ragazzi di mister Samà non ci stanno a perdere e, al 28′,  Fuscà serve un delizioso pallone a Sirianni che, a tu per tu con l’estremo difensore ospite, non trova di meglio che calciargli la sfera addosso. Bravo Rullo a salvare  il  risultato  ma  anche  un tantino fortunato sulla corta respinta che, purtroppo,

nella foto la clamorosa occasione fallita da Sirianni al 28′ del pt

il n. 10 giallorosso non riesce a ribadire in rete. Nove minuti dopo, Lionetti trova il jolly con un preciso tiro da fuori area su cui Mauro non può fare niente perchè coperto da un nugolo di avversari e di compagni. Due a zero CSPR e palla al centro. Il primo tempo si chiude senza riservare altre particolari emozioni ai pochi e infreddoliti spettatori presenti sugli spalti. A inizio ripresa, la Pro Catanzaro opera un cambio; fuori Cimino e dentro Pezzano, difensore con spiccate doti offensive. La sostituzione effettuata però non sortisce l’effetto sperato perchè, al 7′, il CSPR triplica. Frascà ben lanciato da un compagno s’invola sulla fascia destra, entra in area, dribbla Mauro in uscita e di piatto deposita in fondo al sacco. Un gol pesante come un macigno che affossa ogni velleità di rimonta dei giovani Aquilotti che stentano a ritrovarsi e a contenere le sfuriate  della squadra reggina, ora assoluta padrona del campo.

      nell foto l’occasione             fallita da Cortale            al 15′ del st

Al 15′, Cortale potrebbe calare il poker ma, da due passi, non  riesce  a  trovare  la  deviazione vincente.   Nove minuti dopo, Sirianni pennella a centro area un allettante pallone che Orlanduccio colpisce di testa; la sfera di cuoio sibila a fil di palo.

nella foto l’occasione fallita di testa da Orlanduccio al 24′ del st

Al 30′, Fuscà, su punizione, impegna Rullo che si accartoccia e blocca a terra. Cinque minuti dopo, Cortale, a tu per tu con Mauro, speca una ghiotta opportunità per rimpinguare, ulteriormente, il risultato. Il pallone calciato con  forza     dall’aitante    centravanti

   nella foto l’occasione            fallita da Cortale         al 35′ del st

ospite termina, tra lo stupore generale, fuori dalla porta. Nei cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro, diventati poi sette a seguito delle cinque sostituzioni effettuate da mister Simonetta, tra il 40′ e il 44′ della ripresa, a  risultato più che acquisito, c’è da registrare una bella conclusione, dalla distanza, di Pezzano  che  finisce di poco alta sulla traversa della porta difesa dal bravo e attento Alessandro Rullo. E’ l’ultimo sussulto di una gara che ha visto i giovani Aquilotti, almeno per un tempo, tenere testa ai più quotati avversari. Da dimenticare,  invece,  la ripresa, peraltro disputata a favore di vento, in cui la squadra giallorossa è apparsa poco lucida e svuotata delle energie necessarie per compiere l’impresa: “fermare la vicecapolista”.

Recent Related Posts

I commenti sono chiusi.