JUNIORES: VITTORIA ROTONDA DELLA PRO CATANZARO SUL ROCCABERNARDA.

nella foto il gran gol su punizione di Belcamino

PRO CATANZARO – ROCCABERNARDA  5-2

PRO CATANZARO: Teducci, Toto (dal 1′ del st Greco), Chiarella, Belcamino, Marino (dal 1′ del st Magro), Mantella, Gallo, Leone, Bouaziz, Guarnieri, Nocita.

ALLENATORE: Sig. Vito Samà

ROCCABERNARDA: Cava, Bonofiglio, Marazzita, Rosa, Garofalo F., Vaccaro, Toscano, Garofalo L., Falcone.  

ALLENATORE: Sig.  Antonio De Rito

ARBITRO: Sig. Luca Gatto 

MARCATORI:  al 2′ del pt Bouaziz (PCZ), al 7′ del pt Belcamino (PCZ), al 27′ del pt Gallo (PCZ), al 32′ del pt Marino su rig. (PCZ), al 34′ del pt  Garofalo L. (ROC), al 40′ del pt Toscano (ROC), al 9′ del st Leone (PCZ).

Terza vittoria consecutiva per la formazione juniores della Pro Catanzaro che al Curto, davanti a pochi intimi, rifila cinque reti al Roccabernarda a conferma del buon momento di forma e della ritrovata verve realizzatrice dei calciatori catanzaresi. Una vittoria rotonda che poteva essere ancora più consistente se, i giovani Aquilotti, non avessero commesso qualche errore di troppo sottoporta e fallito un calcio di rigore con Nocita a pochi minuti dal termine.

Cronaca: Gara subito in discesa per l’undici giallorosso, sceso in campo in maglia gialla, pantaloncini e calzettoni rossi, capace di assestare, nel breve volgere di sette minuti, un micidiale uno-due. A onor del vero, a spianare la strada al successo alla squadra allenata da mister Samà ha contribuito l’impossibilità della società ospite di schierare tutti gli effettivi in quanto, per motivi logistici e organizzativi,  i rocchisani hanno giocato questa gara con solo nove uomini.

nella foto il gol di Bouaziz

Al 2′, Pro in vantaggio grazie a Bouaziz bravo ad anticipare il suo diretto marcatore e depositare in rete. Cinque minuti dopo Belcamino con una punizione magistrale, dai venticinque metri,  realizza la rete del 2-0. Veramente una bella rete quella realizzata dal n. 4 giallorosso degna del miglior Pirlo. Al 20′ Leone, a tu per tu con  il  portiere  ospite,   perde  l’attimo   propizio per concludere a rete. 

nella foto l’occasionissima fallita da Leone al 20′ del pt

Sei minuti dopo, Nocita semina il panico nella retroguardia rocchisana entra in area e calcia forte a rete ma la sua conclusione è deviata con i pugni da Cava. Sul prosieguo dell’azione, tiro a botta sicura da centro area di Guarnieri e miracolo del portiere rocchisano. Il terzo gol è nell’aria e, al 27′, ci pensa Gallo a realizzarlo con un preciso rasoterra che si infila a fil di palo. Cinque minuti dopo Bouziz, buona la sua prestazione, è atterrato in area di rigore da Garofalo Francesco e il signor Gatto, arbitro dell’incontro, indica, senza alcuna esitazione, il dischetto.  Della trasformazione si incarica capitan  Marino che  con un gran

nella foto il rigore realizzato da Marino al 32′ del pt

fendente realizza la rete del 4-0. Partita chiusa? Niente affatto. Il Roccabernarda, nonostante i quattro gol sul groppone e l’inferiorità numerica, non si disunisce anzi approfitta di un vistoso calo di tensione dei giovani Aquilotti per dimezzare lo svantaggio. Leonardo Garofalo, al 34′, su punizione e Toscano, al 40′, con un gran diagonale gli autori delle reti rocchisane. La seconda frazione di gioco inizia sotto una pioggia battente e, al 3′, per poco Falcone non approfitta di una indecisione difensiva dei locali per accorciare ulteriormente le distanze. Sfortunato in questa occasione il n. 9 del Roccabernarda che vede  la sua conclusione fare   la  barba   al  palo.  Lo  scampato  pericolo   mette   le  ali  alla

nella foto il gol di Leone al 9′ del st

formazione giallorossa che, al 9′, con un gran tiro a volo di Leone realizza la quinta rete. Sei minuti dopo Chiarella, da fuori area, sfiora il gol e, al 20′, Belcamino con una rovesciata acrobatica per poco non sorprende il bravo Cava. Pochi minuti dopo Toscano, per crampi, deve abbandonare la gara. Con il Roccabernarda ridotto in otto uomini la Pro Catanzaro si limita  a gestire palla  per mantenere invariato il risultato e portare  in porto  una  importante  affermazione

nella foto la clamorosa traversa colpita da Nocita su rigore allo scadere della partita

in ottica play-off. Una vittoria che poteva essere ancora più netta se Nocita, allo scadere del match, non avesse fallito il rigore decretato dall’arbitro per un plateale fallo in area ai suoi danni. La prossima gara di campionato, con il forte Cutro, sarà un duro e valido banco di prova e servirà a capire se si è abbastanza maturi per ambire a disputare i play-off.

Recent Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>