CINQUE RETI ALLA KENNEDY, JUNIORES AD UN PASSO DALL’IMPRESA

Pezzano con un pallonetto realizza la rete del 2-0

KENNEDY – PRO CATANZARO  0-5


PRO CATANZARO:  Teducci, Gigliotti (dal 1’ del st Toto), Galati (dal 26’ del st Dushku), Reale (dal 32’ del st Scumace), Marino, Guarnieri (dal 1’ del st Ferro), Rania, Leone, Pezzano, Trapasso, Dolce (dal 1’ del st Costa)

Allenatore: Sig. Vito Samà

KENNEDY J.F.: Tomaselli, Marino (dal 44’ del pt Caliò), Scerbo (dal 1’ del st Greco), Bronzi, Scalzo, Tallarico, Starace, Venneri, Torchia (dal 14′ del st Riccio), Rotundo, Grandizio

Allenatore: Sig. Francesco Loprete

Arbitro : Sig. Domenico Massaria di Vibo Valentia

Marcatori: al 1’ del pt, al 31’ e al 33’ del st Rania (PCZ), all’11’ del pt Pezzano (PCZ), al 22’ del st Costa (PCZ)

La Pro si aggiudica il derby con la Kennedy e grazie al pareggio casalingo della Promosport Lamezia con il Campora San Giovanni, è ad un passo dal compiere l’impresa. Manca solo un punticino per avere la matematica certezza di arrivare primi nel girone D del campionato regionale juniores calabrese e, salvo eventuali cali di tensione, la prossima gara interna con il Gimigliano potrebbe sancire, per la formazione giallorossa allenata da mister Samà, il diritto ad accedere direttamente alla fase finale regionale senza dover passare dalla lotteria dei play-off. Una leadership che i giovani aquilotti, settimana dopo settimana, hanno dimostrato di meritare e che, per la nostra Società, è motivo di grande gioia e soddisfazione. C’è di che andare fieri di questi ragazzi che mai si sono risparmiati e che con grande professionalità si sono allenati con in mente un solo obiettivo: vincere.  Un grande plauso va a mister Samà, allenatore serio e preparato, a cui va riconosciuto il merito di avere plasmato e temprato il gruppo rendendolo granitico e vincente.

Dopo questa breve e doverosa premessa, passiamo ora ad analizzare la gara che è stata a senso unico e ricca di goal.

Parte forte la Pro che già al 1° minuto di gioco va a segno con Rania abile a finalizzare un preciso assist di Trapasso. All’11’ Pezzano, imbeccato da Rania, supera con un delizioso pallonetto il portiere in uscita. 2-0 Pro e palla al centro. Tre minuti più tardi, l’onnipresente Rania, anche oggi tra i migliori in campo, da posizione defilata coglie in pieno la traversa della porta difesa da Tomaselli. Al 42’ errato disimpegno della difesa giallorossa, Torchia conquista palla e dal limite dell’area di rigore lascia partire un gran fendente che Teducci in tuffo respinge con i pugni. Il primo tempo si chiude senza riservare altre particolari emozioni. Alla ripresa del gioco, Pro determinata a chiudere definitivamente la partita. Al 12’, assist di Trapasso per Rania il cui tiro coglie la base del palo. Al 22’ Trapasso spizzica di testa la palla per l’accorrente Costa che, in rovesciata, segna il terzo goal. Una vera prodezza quella del pibe de oro giallorosso, sempre a segno ogni qual volta è stato utilizzato da mister Samà. Al 24’, è ancora una volta il palo a dire di no ad una velenosa conclusione di Reale. Al 30’, con Greco, la Kennedy ha l’opportunità di accorciare le distanze ma il suo tiro a botta sicura è deviato in angolo da un difensore.  Un minuto dopo Costa, molto altruista, sforna per Rania un preciso assist che l’ala destra finalizza in rete.  Al 33’, l’incontenibile Rania, in diagonale, segna il quinto goal.  Al triplice fischio finale del direttore di gara i giovani aquilotti festeggiano con i propri tifosi, sotto la tribuna, la bella e schiacciante vittoria conseguita ai danni degli acerrimi rivali di sempre.

Ora bisogna tenere alta la tensione, preparare al meglio la delicata sfida con il Gimigliano e, soprattutto, trovare le giuste motivazioni per continuare a fare bene.

JUNIORES: MANITA AL MONTEPAONE

Pezzano, di testa, realizza la rete del 3-0

 

PRO CATANZARO – MONTEPAONE  5-0


PRO CATANZARO: Teducci  (dal 41’ del st Voce), Gigliotti, Galati (dal 34’ del st  Dushku), Reale, Marino F. (dal 39’ del st  Scumace), Guarnieri, Rania, Leone (dal 36’ del st  Dolce), Pezzano, Trapasso, Gallo (dal 23’ del pt Toto).  In panchina : Zavaglia

Allenatore: Sig. Vito Samà

MONTEPAONE:  Fiorentino, Viscomi, Olimpo, Pisani, (dal 37’ del st  Anania G.),  Nania, Voci,  Costa (dal 16’ del st  Anania S.), Bronzi, Kirilov (dal 22’ del st  Pittelli), Montillo, Mazzotta.  In panchina : Marino L.

ARBITRO:  Sig. Gatto di Lamezia Terme

MARCATORI:  al 12’  del pt  Trapasso (PCZ),  al 21’ del pt  Marino F (PCZ), al 18’ e al 30’ del st  Pezzano (PCZ), al  43’ del st Rania (PCZ).

Cinque goal al Montepaone, un’altra prestazione convincente e un  saluto a mano aperta al campionato. I ragazzi terribili di mister Samà vincono alla grande e lanciano un chiaro segnale agli agguerriti inseguitori che, pian pianino, stando defilandosi.  Solo la squadra lametina della Promosport  sembra non aver ancora  mollato la presa ma, salvo improbabili cali di tensione, i giovani Aquilotti dovrebbero riuscire, nelle restanti due partite, a conservare  la testa della classifica.

Un’altra prestazione maiuscola quella fornita ieri dalla squadra catanzarese che, nonostante l’assenza del capocannoniere principe Costa (a riposo precauzionale perché influenzato), rifila cinque reti di pregevole fattura ai malcapitati avversari.  Oltre ad essere prima in classifica la Pro, con i quarantasette goal finora realizzati e i solo diciotto subiti, può vantarsi anche di avere l’attacco più prolifico di tutti i gironi del campionato juniores ed una delle difese meno perforate. Ha di che andare fiero mister Samà dei suoi ragazzi che, settimanalmente, lo seguono con dedizione e tanta passione, d’altronde i frutti del buon lavoro svolto sono sotto gli occhi di tutti e i risultati positivi ottenuti, sinora, sul campo ne sono buona testimonianza.

Prima di passare ad analizzare la gara che è stata avvincente, ricca di goal e che ha sancito il rientro in campo, dopo tanti mesi, dello sfortunato e bravo portiere Emanuele Voce operato allo zigomo per la riduzione di alcune fratture, riportate in uno scontro di gioco a Filadelfia, durante una gara valida per campionato allievi regionali, un pensiero affettuoso va al giovane e promettente Federico Gallo uscito, anzi tempo, dal rettangolo verde di gioco per una brutta botta alla caviglia.

Cronaca.   Parte forte la Pro che, dopo lo scampato pericolo corso al 9’ (traversa di  Montillo), al 12’  passa in vantaggio.  Reale, il metronomo del centrocampo giallorosso, smista un invitante pallone a Pezzano che, di prima intenzione, lancia Trapasso che s’invola sulla fascia sinistra e dopo aver saltato come birilli un paio di avversari, in diagonale, conclude a rete.1-0 Pro  e palla al centro. Al 21’ Marino, di testa, su un preciso traversone di Reale trova l’incornata vincente per battere,  per la seconda volta, l’incolpevole portiere ospite. Il primo tempo si chiude con la squadra giallorossa avanti di due reti. Nella ripresa, la Pro sale subito  in cattedra e il suo gioco spumeggiante, fatto d’improvvise verticalizzazioni e sovrapposizioni, mette in serio affanno la difesa gialloverde che, al 18’, capitola per la terza volta.  Trapasso, buona la sua prestazione, dopo essersi liberato del diretto marcatore, dal fondo, mette dentro un invitante pallone su cui si avventa Pezzano che, di testa, spedisce in rete. Dopo alcune favorevoli occasioni sprecate da  Pezzano, da Rania e dal fantasista Trapasso la Pro Catanzaro, al 30’,  cala il poker.  Pezzano, un leone in campo, da fuori area, lascia partire un gran fendente che il bravo Fiorentino non può far altro che raccogliere in fondo al sacco. Il Montepaone ormai è alla mercè della squadra giallorossa che con i suoi tre attaccanti punge e fa male e, così, al 43’ anche Rania, un gigante e senz’ombra di dubbio il migliore dei ventidue atleti scesi in campo, suggella una prestazione a dir poco eccezionale realizzando il quinto goal. Trapasso, ancora lui, sforna per Rania un assist delizioso che l’estrosa ala finalizza con una gran tiro a giro. E il Montepaone?  La squadra ospite tranne la traversa colpita nei primi minuti di gioco e un’insidiosa conclusione da fuori respinta con i pugni da Teducci si è vista poco, troppo forti per loro i giovani Aquilotti.

JUNIORES, VITTORIA ALL’ULTIMO RESPIRO: TRAPASSO E COSTA FIRMANO LA RIMONTA

Il gol di Costa

GARIBALDINA – PRO CATANZARO 1-2
GARIBALDINA: Colosimo E., Bruzzese (21’ st Albanese), Scalise (45’ st Mancuso), Garofalo, Leo, Avolio, Cittadino, Elia (1’ st Sacco), Gallo G., Muraca. In panchina: Buso. All.: Gerfoglio
PRO CATANZARO: Teducci, Gigliotti (27’ st Gallo F.), Galati, Reale, Guarnieri (41’ st Scumace), Marino, Rania, Leone, Pezzano, Trapasso (43’ st Dushku), Costa. In panchina: Moltedo, Zavaglia, Toto, Mastrangelo. All.: Samà
ARBITRO: Fanara di Cosenza
MARCATORI: 20’ st Gallo G. (G), 40’ st Trapasso (PCZ), 46’ st Costa (PCZ)

Come nel match d’andata la Pro Catanzaro batte all’ultimo respiro la Garibaldina e supera così uno degli scogli più difficili rimasti da qui fino alla fine della regular season. Come ci si aspettava, all’Antonio Leo di Soveria Mannelli è stata una vera e propria battaglia sportiva, visto l’enorme potenziale offensivo dei padroni di casa (privi comunque del capocannoniere del campionato Buso, solo in panchina, e del forte Trocini, squalificato) che aveva già impressionato nella gara del Curto, le avverse condizioni atmosferiche e le precarie condizioni fisiche dei centrali a disposizione di mister Samà, nell’ultima settimana tutti alle prese con i malanni di stagione. Eppure proprio lo stesso reparto arretrato, formato nell’occasione da Galati, Marino, Guarnieri e Gigliotti, ha fornito una prova superlativa, limitando la pericolosità dei giocatori più temuti nelle file dei padroni di casa. Ma tutti, davvero tutti, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo per i 92’ di gioco, e alla fine sono stati premiati con una vittoria meritata e che, in attesa del recupero tra Gimigliano e Promosport, mantiene apertissimo il discorso primo posto.
La partita. Nella prima frazione sostanziale equilibrio dal punto di vista delle occasioni, con i giallorossi che non hanno concretizzato per poca precisione nell’ultimo passaggio, mentre dall’altra parte Teducci ha dovuto sporcarsi i guanti in un paio d’occasioni.
Nella ripresa si è praticamente assistito allo stesso copione del match col Gimigliano, anche se il finale è stato totalmente diverso. I giallorossi hanno fallito in più circostanze il gol del vantaggio, due volte clamorosamente con Rania, che entrava in area dalla sinistra ma vedeva il suo tiro a botta sicura deviato con la punta delle dita da Colosimo E., e con Pezzano che, imbeccato dallo stesso Rania, a tu per tu con l’estremo difensore locale, colpiva malissimo spedendo fuori dallo specchio della porta. Poi, come spesso accade nel calcio, arrivava il gol della Garibaldina con Gallo G., che con grande freddezza infilava Teducci dopo una bella combinazione con Cittadino. Colpiti a freddo, Guarnieri e compagni non mollavano, stringevano i denti e cercavano in tutti i modi di scardinare la difesa locale. Al 40’ Trapasso, in mischia sugli sviluppi di un corner, pescava il jolly per l’1-1. Questa volta però, rispetto al match del Sant’Elia, i ragazzi di Samà trovavano la “zampata” decisiva: nel primo dei due minuti di recupero concessi dal signor Fanara infatti, Costa, pescato in posizione ottimale in area di rigore, bruciava Colosimo in uscita e scatenava l’irrefrenabile gioia dei suoi compagni e della panchina. L’ultimo minuto scorreva velocemente e la Pro poteva così festeggiare l’importantissimo successo.

NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH

JUNIORES CHE CARATTERE, SEI GOL AL CAMPORA

L'1-0 di Rania

PRO CATANZARO – CAMPORA CALCIO 6-2
PRO CATANZARO: Teducci, Gigliotti, Galati (dal 1’ del st Dushku), Reale, Scumace (dal 22’ del st Gallo) , Guarnieri, Rania, Leone, Pezzano (dal 37’ del st Zavaglia), Trapasso (dal 21’ del st Mastrangelo), Toto (dal 1’ del st Costa). In panchina: Moltedo. All.: Samà
CAMPORA CALCIO: De Luca, Mendicino A., Orrico, Chieffa, Mendicino C., Curcio, Magli, Vairo, Guercio, Ruperti, Guzzo. In panchina: Mannarino, Tallarico, Brusco, De Grazia. All.:Ianni
ARBITRO: Rotella di Catanzaro
MARCATORI: 13’ pt Rania (PCZ), 3’ st Vairo (CC), 7’ st Ruperti (CC), 12’ st Reale (PCZ), 18’ st Trapasso (PCZ), 24’ e 36’ st Pezzano (PCZ), 35’ st Costa (PCZ)

Nonostante le avverse e proibitive condizioni atmosferiche che hanno condizionato e non poco lo svolgimento della gara che, per la cronaca, causa una violenta grandinata al 40’ del primo tempo è stata sospesa per circa venti minuti, Pro Catanzaro – Campora Calcio si è giocata regolarmente a differenza di altre gare del girone rinviate per il maltempo.
Il freddo polare, la pioggia battente e la tempesta di grandine abbattutasi sul rettangolo verde del Curto, (dire verde è un vero eufemismo, vista la coltre di grandine che lo ricopriva) non hanno spaventato più di tanto i ventidue atleti che, imperterriti e non curanti delle bizze del tempo, hanno dato vita ad una partita corretta, entusiasmante e ricca di gol.
Ai ragazzi di mister Ianni, usciti sconfitti dal campo con un pesante fardello di reti, va riconosciuto l’onore delle armi perché, al pari dei loro più quotati avversari, hanno stretto i denti e lottato su ogni pallone.
Non ci sono parole per gratificare i giovani Aquilotti che, dopo la bella e convincente vittoria della settimana scorsa a Tiriolo, hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo per far fronte alle avverse condizioni metereologiche e alla strenua resistenza opposta dalla compagine cosentina. Tre punti d’oro quelli conquistati dalla squadra giallorossa allenata da mister Samà che, sicuramente, ha dacché andare fiero per il carattere e le belle geometrie messe in mostra in campo dai propri ragazzi.
Cronaca: Parte forte la Pro che già nei primi minuti della gara (al 2’ e al 6’) crea e spreca due palle goal con Rania che al 13’, da bomber di razza quale è, timbra il proprio cartellino finalizzando un preciso assist di Pezzano con una bella conclusione a giro. Non paga del vantaggio ottenuto la squadra giallorossa pigia sull’acceleratore alla ricerca del gol della sicurezza che, comunque, non arriva un po’ per sfortuna, un po’ per l’imprecisione dei propri attaccanti e, così, la prima frazione di gioco si chiude con il risultato di 1-0 a favore della Pro Catanzaro.
Al rientro dagli spogliatoi, come da copione e come spesso accade nel mondo del calcio, sono gli ospiti fino ad allora inconcludenti e ben controllati dai giovani Aquilotti ad assestare, nei minuti iniziali, un uno/due terrificante con Vairo e Ruperti che avrebbe tramortito chiunque, ma non la compagine giallorossa, veramente determinata a fare risultato.
Le lancette dell’orologio dell’arbitro segnano il minuto due quando Guercio dal limite dell’area, lascia partire un fendente che, deviato da un difensore catanzarese, sfiora il palo alla sinistra di Teducci. Corner per il Campora, Vairo calcia direttamente in porta e la palla incredibilmente finisce la sua corsa in fondo al sacco. Quattro minuti dopo è Ruperti ad approfittare di un altro svarione difensivo e depositare di piatto in rete, 2-1 Campora e palla al centro. Da questo momento in poi è un monologo giallorosso, i ragazzi di mister Samà non si scompongono e cingono d’assedio la porta ospite difesa da De Luca dando dimostrazione di grande carattere e di unità d’intenti. Al 10’ Costa, subentrato a Toto, di testa sfiora il gol, un minuto dopo Gigliotti, incontenibile sulla fascia destra, da posizione defilata, con un gran tiro colpisce il palo. Al 12’ è Reale, uno dei migliori in campo, a ristabilire la parità con una magistrale punizione degna del miglior Pirlo, nulla da fare per il pipelet ospite che vede il pallone calciato a giro infilarsi sotto l’incrocio dei pali. I giovani Aquilotti vogliono vincere e dedicare la vittoria al loro mister che dalla panchina l’incoraggia e li sprona a non mollare e, al 18’, è Trapasso a segnare la rete del 3 a 2. Veramente una bella rete quella realizzata dal n. 10 giallorosso che, su un pallone spizzicato di testa da Pezzano, con un forte tiro in diagonale trafigge l’incolpevole De Luca. Il Campora barcolla, la sua difesa non è più in grado ad arginare le sfuriate dei padroni di casa e al 24’ Pezzano, ben lanciato da Rania, s’invola sulla fascia sinistra entra in area e di precisione batte per la quarta volta il portiere ospite. E’ il colpo di grazia per la squadra cosentina che non ha più la forza di reagire e come un pugile messo alle corde cade al tappeto pesantemente. Al 35’ è il capocannoniere Costa a realizzare il quinto gol ed un minuto più tardi Pezzano, dopo aver dribblato in area due avversari, infila la palla tra il portiere e il palo.
Un altro piccolo passo in avanti è stato fatto, la vetta della classifica è stata riconquistata almeno fino a quando non si conoscerà l’esito della gara di recupero Gimigliano – Promosport Lamezia, ma il campionato è ancora lungo e la prossima gara con la Garibaldina è una delle più difficili da qui fino alla fine della regular season: una gara da preparare e affrontare con le dovute accortezze e con lo stesso spirito di queste ultime settimane per evitare quanto successo contro Gimigliano e Real Catanzaro.

NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH

LA JUNIORES RIALZA LA TESTA, GOLEADA A TIRIOLO

Uno dei quattro gol di Rania

DUE MARI TIRIOLO – PRO CATANZARO 0-8
DUE MARI TIRIOLO: Paonessa Si., Sala (2’ st Lobello), Paone, Greco, Gravino, Cannistrà (1’ st Gigliotti G.), Scerbo (12’ st Paonessa), Bevacqua G. (30’ st Chiarella), Fioti (7’ st Bevacqua V.), De Sio, Mazza. All.: Renda
PRO CATANZARO: Teducci, Gigliotti D., Scumace, Leone, Marino, Guarnieri (34’ pt Dushku), Rania (24’ st Zavaglia), Galati (8’ st Gallo), Pezzano, Reale, Toto (13’ st Costa). All.: Samà
ARBITRO: Russo di Catanzaro
MARCATORI: 21’ pt, 38’ pt, 42’ pt, 4’ st Rania, 24’ pt Reale, 25’ st Pezzano, 35’ st Costa, 38’ st Leone

Dopo lo scivolone contro il Real con cui ha concluso negativamente il suo 2012, la Juniores giallorossa apre il nuovo anno con una rotonda vittoria ai danni del Due Mari Tiriolo. I ragazzi di Samà, nonostante le assenze degli infortunati Mastrangelo, Dolce e Polia e dello squalificato Trapasso, non hanno commesso l’errore di sottovalutare l’incontro con il fanalino di coda del girone e alla fine hanno meritatamente conquistato i tre punti in palio dopo 90’ condotti con grande sicurezza e autorità.
Mattatore del match è stato il furetto Rania, autore di una quaterna e di giocate di pregevole fattura, ma ad emergere nella convincente prova di tutti i componenti della Pro Catanzaro è stato Reale, che ha orchestrato alla perfezione tutte le geometrie della sua squadra in mezzo al campo e impreziosito il suo match con un bel gol su calcio di punizione.
Con questi tre punti i giallorossi, approfittando del pareggio interno del Real Catanzaro col Montepaone, riconquistano il secondo posto solitario della classifica dietro alla Promosport, vittoriosa sulla Kennedy per 5-3 e sempre avanti di un punto rispetto ai ragazzi di Samà.
La partita. Nei primi 20’ la Pro cerca il gol ma non lo trova per poca precisione nell’ultimo passaggio e nell’atto della finalizzazione, rischiando quando, su una corta respinta di Teducci dopo una punizione di De Sio, Bevacqua G. manda altissimo il tap-in a pochi passi dalla porta. Trovato il vantaggio al 21’ con Rania (bellissima parabola dal vertice sinistro dell’area di rigore dopo un illuminante lancio di Reale), per gli ospiti la partita si mette definitivamente in discesa. 3’ dopo il gol del numero sette giallorosso arriva infatti il raddoppio con una precisa punizione di Reale, che d’interno destro beffa il portiere avversario Paonessa. Al 38’ altro sigillo per Rania con un perfetto diagonale in area di rigore e, sul finire della prima frazione, arriva anche la tripletta per l’ex A.I.V.I.O. con un gran tiro di controbalzo dal limite che s’infila sotto la traversa.
Nella ripresa, al 4’, lo stesso Rania conclude la sua giornata super depositando in rete un passaggio di Gigliotti, liberato sulla fascia da una splendida apertura di Reale. Al 13’ entra il capocannoniere Costa e trova il tempo per realizzare il suo decimo gol e dispensare due assist per Pezzano (che scaglia in rete con rabbia dopo che per tutta la partita aveva cercato insistentemente la marcatura) e Leone, anche lui autore di una prova di grande consistenza a centrocampo. Unica nota stonata del match del “Comunale”, l’infortunio muscolare accorso al 34’ del primo tempo a Mattia Guarnieri, per il quale si spera non sia nulla di grave.

NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH