CAPICOTTO GOL, ALTRA VITTORIA!

L'esultanza di Capicotto dopo il gol

PRO CATANZARO – MIRTO CROSIA 1-0
PRO CATANZARO: Cristofaro, Ferro, Barberio, Costantino, Folino, Caroleo, Capicotto (45′ st Nocita), Mauro, Costa (35’ st Reale), Masciari, Pironaci (15’ st Romito). In panchina: Tallarigo, Polia, Procopio, Pezzano. All.: Gemelli
MIRTO CROSIA: Visciglia, Lavia, Aloisi (15’ st Faraco), Gulluscio, Desimone, Curia, Maldera, Nigro (31’ st Lefosse), Devincenti, Prantera M., Celi (29’ st Longobucco). In panchina: Greco, Catalano, Moscato, Pedace. All.: Prantera D.
ARBITRO: Gigliotti di Cosenza
MARCATORE: 26’ pt Capicotto

La Pro Catanzaro dimostra anche di saper soffrire e conquista altri tre punti importantissimi ai danni di un ostico Mirto Crosia che, per tutta la partita, ha dato del filo da torcere ai giallorossi.
Un match tiratissimo, quello del “Curto”, che al triplice fischio del signor Gigliotti ha visto esultare i ragazzi di mister Gemelli, i quali tengono il passo spedito del treno play-off.
La partita. Subito un botta e risposta tra le due squadre: al 4’ un tiro sbagliato di Nigro diventa un assist per Devincenti che però si trova sbarrata la porta da un grande intervento di Cristofaro; al 14’ corner corto per Masciari che, avendo spazio, prova la botta dal limite ma il suo tiro termina di poco a lato.
Al 20’ occasionissima per Costa che, a tu per tu con Visciglia, vede il suo diagonale terminare di un soffio sul fondo. Due minuti dopo Costantino raccoglie una corta respinta della difesa biancazzurra e, di collo pieno, dal limite chiama Visciglia al grande intervento. Al 26’ il vantaggio della Pro: Costa in area fa da sponda per Capicotto che, di prima intenzione, lascia partire un tiro a giro sul quale nulla può il portiere avversario.
Nella ripresa il Mirto Crosia guadagna metri, la Pro soffre e non riesce a pungere nemmeno in contropiede: una grande parata di Cristofaro sugli sviluppi di un corner salva il risultato, poi Romito, imbeccato da Masciari, poiché sbilanciato e forse con una deviazione, sbaglia a porta sguarnita dopo il mancato intervento di Visciglia, così i giallorossi devono stringere i denti dietro (dove spadroneggia un super Folino) fino al termine dei 4 minuti di recupero concessi dal signor Gigliotti per poter gioire.

 NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH

PRIMA SQUADRA A FORZA 4: SETTIMANA PERFETTA PER LA PRO!

Procopio e mister Gemelli

PRO CATANZARO – KROSIA 4-0
PRO CATANZARO: Cristofaro, Costa, Ferro, Costantino, Folino, Caroleo, Capicotto (27’ st Pezzano), Procopio (19’ st Romito), Mauro (24’ st Reale), Masciari, Pironaci. In panchina: Tallarigo, Sasso, Barberio, Nocita. All.: Gemelli
KROSIA: Cetera, Sapia G., Calarota, Algieri, Frontera, Triolo (27’ st Celestino), Pacenza, Morello (11’ st Comite), Chimenti (1’ st Savoia), Petrone, Aloe. In panchina: Trotta, Tordo, Sapia D., Mussuto. All.: Triolo
ARBITRO: Idone di Reggio C.
MARCATORI: 8’ pt Procopio, 21’ pt Pironaci, 11’ st Mauro, 24’ st Masciari

La Prima Squadra batte il Krosia con un rotondo 4-0 e vola finalmente nella parte sinistra della classifica a ridosso della zona play-off. Caroleo e compagni completano così la settimana perfetta della Pro Catanzaro, che ha visto ottenere vittorie anche dalle Rappresentative Juniores e Allievi Regionali, con 14 gol fatti e 0 subiti.
Un successo, quello ottenuto dai ragazzi di mister Gemelli, che non è mai stato in discussione, grazie soprattutto alla concentrazione e determinazione messe in campo, che hanno scongiurato il pericolo più grande, quello di prendere sotto gamba l’incontro con il fanalino di coda del campionato.
I giallorossi hanno inoltre avuto il merito di sbloccare subito il match, che così si è messo in discesa sin dai primi minuti. All’8’ infatti su azione d’angolo il pallone viene tenuto in campo da Folino, che dalla destra crossa per l’incornata vincente di Procopio. Al 21’ raddoppio firmato dal bomber Denis Pironaci: ottimo disimpegno difensivo di Costa, palla per Costantino che apre per il numero undici catanzarese, che vede il portiere avversario fuori dai pali e dal vertice sinistro dell’area di rigore lo beffa con un delizioso “cucchiaio”. Nella ripresa il ’95 Matteo Mauro, migliore in campo in assoluto, corona la sua superlativa prova anticipando di testa Cetera dopo un batti e ribatti in area di rigore e chiudendo definitivamente i conti. Al 24’ c’è spazio anche per Simone Masciari, che timbra il tabellino freddando Cetera a tu per tu, dopo una bella imbucata di Capicotto.
La Pro conclude così in sicurezza, gli ospiti nel finale tentano di realizzare il gol della bandiera, ma Cristofaro chiude tutti i varchi e consente ai giallorossi di mantenere ancora una volta inviolata la loro porta.

IL MEMORIAL SCARDAMAGLIA SI TINGE DI GIALLOROSSO

La Pro Catanzaro si regala “1° Memorial Sante Scardamaglia”, triangolare amichevole svoltosi presso la splendida struttura in sintetico del “Campo Sportivo Pro Cosenza” e ineccepibilmente organizzato da Ciccio Scardamaglia, che intendiamo prima di ogni cosa ringraziare per l’accoglienza, la gentilezza e la disponibilità dimostrata nei nostri confronti.
Per quanto riguarda l’aspetto agonistico, i giallorossi hanno fatto bottino pieno, conquistando entrambi i “mini-match” della durata di 40’. Il primo ha visto i ragazzi di mister Gemelli imporsi per 7-1 sulla Rappresentativa Azienda Ospedaliera Cosenza, scesa in campo per onorare la memoria del compianto Sante: per la Pro Catanzaro a segno Simone Masciari con una tripletta, Romito con una doppietta, Pezzano e Carlo Masciari, mentre per i “camici bianchi” rete della bandiera siglata da Marcello.
Dopo la vittoria dell’altra partecipante, il Pietrafitta, sulla Rappresentativa dell’Azienda Ospedaliera Cosenza, i catanzaresi si sono giocati il primo posto contro la stessa formazione bruzia, che in questa stagione sta disputando il girone A di Prima Categoria. Gli amaranto hanno avuto subito la possibilità per passare in vantaggio su calcio di rigore, ma il “cucchiaio” di Viscardi colpiva in pieno la traversa. Il talentuoso numero otto del Pietrafitta si riscattava qualche minuto dopo con un perfetto diagonale dalla destra su cui nulla poteva Cristofaro. Passavano pochi minuti e ci pensava Simone Masciari con un sinistro da cineteca dal limite dell’area finito dritto sotto l’incrocio a riequilibrare le sorti dell’incontro. Al 17’ del secondo “mini-tempo” ancora Simone Masciari, davvero scatenato, approfittava di un difettoso disimpegno dei difensori cosentini su un cross dalla destra di Mauro e implacabilmente infilava il pallone nel set, consegnando il successo alla Pro.

Questi i giallorossi impiegati da mister Gemelli nel Memorial:

Capicotto, Corasaniti (’96), Costa (’95), Costantino, Cristofaro, Ferro (’93), Folino, Marino (’96), Masciari Carlo (’96), Masciari Simone, Mauro (’95), Nocita Mattia (’96), Nocita Vincenzo, Pezzano (’93), Pironaci, Procopio, Reale (’94), Romito.

NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH

PRO CATANZARO&PIRONACI SHOW: 4-0 AL CASCIOLINO

CASCIOLINO – PRO CATANZARO 0-4
CASCIOLINO: Mancuso, Pristerà, Cosentino, La Monica, Leone, Iofalo, Amoroso (29’ pt Caracciolo), Giglio, Pavaloiae (16’ st Biamonte), Arabia (25’ st Lucisano), Colacino. In panchina: Simone, Aroma, Stilo. All.: Mirarchi
PRO CATANZARO: Tallarigo, Ferro, Costa (27’ st Reale), Costantino (36’ st Polia), Folino, Barberio, Capicotto, Procopio, Romito (20’ st Nocita), Pironaci, Mauro. In panchina: Cristofaro, Sasso, Marino, Pezzano. All.: Gemelli
ARBITRO: Altimari di Cosenza
MARCATORI: 19’ pt, 1’ st e 35’ st Pironaci, 29’ st Capicotto

Una Pro Catanzaro bella, cinica e spietata ne fa quattro al Casciolino, formazione ostica (al di là della deficitaria classifica), che al “Curto” fino a domenica aveva perso una sola volta contro il Sant’Anna, sconfitto La Sportiva Cariatese e imposto il pari a Cotronei e Cropani, oltre ad aver impattato sul difficilissimo campo di Roccabernarda.
I giallorossi, con una prova accorta e concreta, hanno fatto loro meritatamente il match, trascinati dalla tripletta dell’implacabile bomber Pironaci. Ma tutti hanno dato il loro per la conquista di questi fondamentali tre punti, dalla linea difensiva, che anche questa volta ha sopperito al meglio alla pesante assenza di capitan Caroleo e ha costretto Tallarigo a rimanere quasi inoperoso per tutto il corso del match, a quella di centrocampo, con Procopio e Costantino in grande spolvero. Benissimo anche l’attacco, che ha trovato in Pironaci il finalizzatore perfetto del grande lavoro svolto da tutta la squadra, Capicotto e Romito in primis, ma anche degli under “fatti in casa” Costa e Mauro, che stanno continuando a dare soddisfazioni enormi alla società. Tutto questo senza Simone Masciari, giocatore fondamentale per questa squadra e squalificato contro il Casciolino, e Tolomeo, che dopo le vacanze comincerà la riabilitazione in seguito al bruttissimo infortunio subito contro il Sant’Anna e che comunque è sempre vicino ai suoi compagni.
Una vittoria importante, quella contro la formazione di mister Mirarchi (visti anche i risultati maturati sugli altri campi) che allontana la Pro Catanzaro dalla zona “rossa” della classifica e che le permette di guardare con più fiducia al futuro se si continuerà a lavorare durante la settimana e ad affrontare le partite con la giusta mentalità e determinazione come si è fatto nell’ultimo mese.
I gol. È il 19’ del primo tempo quando su una punizione dalla sinistra di Costantino, Pironaci, in piena area di rigore, si avventa sulla corta respinta della difesa del Casciolino e scaglia il pallone alle spalle di Mancuso per l’1-0. Lo stesso Pironaci si ripete ad un minuto esatto dall’inizio della ripresa, lanciato da Mauro, con un preciso pallonetto che supera in uscita Mancuso e si infila nel set. Il Casciolino rimane in dieci al 28’ per l’espulsione di Caracciolo, reo di aver detto qualcosa di troppo alla signora Altimari, e così, 1’ dopo, Capicotto, servito da Pironaci dopo un batti e ribatti in area, infila di precisione sotto l’incrocio dal limite per il 3-0. A servire il poker è Pironaci, che al 35’ approfitta di un retropassaggio errato di Leone per Mancuso, scarta il portiere avversario e deposita in rete a porta sguarnita il suo quindicesimo gol stagionale.

NELLA SEZIONE FOTO LA GALLERY DEL MATCH

PRO, BUON PAREGGIO A TORRE MELISSA

N. TORRE MELISSA – PRO CATANZARO 0-0
N. TORRE MELISSA: Cava, Nicoletta, Lategano, Turano Antonio (43’ st Cosentini), Vulcano, Squillace, Armenio, Livadoti, Siciliani, Leto, Bonesse (16’ st Lionetti). In panchina: Martino, Amodeo, Turano Antonio Pino. All.: Porcelli
PRO CATANZARO: Tallarigo, Ferro (35’ st Sasso), Marino, Costantino, Folino, Barberio, Capicotto (29’ st Romito), Procopio (20’ st Pezzano), Mauro, Masciari, Pironaci. In panchina: Teducci, Costa, Reale, Polia. All.: Gemelli
ARBITRO: Salatino di Rossano

Finisce 0-0 il match tra Nuova Torre Melissa e Pro Catanzaro. Per i giallorossi un buon punto che muove la classifica e fa morale, ma c’è da dire che, dal punto di vista del gioco, la partita di domenica ha rappresentato un passo indietro rispetto alla superlativa prova con il Cropani.
Infatti la Pro vista a Torre Melissa ha tutte le capacità tecniche per fare molto di più, sia a centrocampo che sulle fasce e più in generale dal punto di vista propositivo. Nella formazione di mister Gemelli è da rimarcare il positivissimo apporto della coppia di centrali formata da Barberio e Folino, i quali hanno retto egregiamente la difesa, orfana dell’infortunato capitan Caroleo. Una difesa che, per la seconda partita consecutiva, non ha subito reti, ed è forse questo il dato più importante che è emerso dalla trasferta in terra crotonese.
Per il resto, il match ha visto due occasioni gol per parte, con i padroni di casa che, tra l’altro, hanno colpito una traversa, e i giallorossi che hanno sfiorato la segnatura con i fuoriquota Pezzano e Mauro, sfortunati nelle loro conclusioni da posizione invitante.
Per Caroleo e compagni ci sarà ora un trittico di gare, interrotto dalla sosta natalizia, da disputare tutte al “Curto” contro Casciolino, Krosia e Mirto Crosia, in cui bisognerà dare il massimo per raccogliere più punti possibili per tirarsi fuori da una classifica che, nonostante i 7 punti nelle ultime quattro partite, ancora continua a non sorridere.