LA PRO CATANZARO SI AGGIUDICA IL DERBY: 3-0 ALLA GIOVANILE CATANZARESE CALCIO

nella foto il gol del 2-0 realizzato da Poggi   Madarena                                                             

CALCIO GIOVANILE CATANZARESE – PRO CATANZARO  0-3

CALCIO GIOVANILE CATANZARESE:  Gullì, Romagnino, Zangari, Pullano, Fraietta, Sanso, Tallarico (dal 27′ del st Fontana F.), Corapi, Badolato, Palazzo (dal 2′ del st Costantino), Piterà.

PRO CATANZARO: Fera (dal 38′ del st Mauro), Codispoti (dal 39′ del st Lombardo), Pezzano, Saverino, Costa Gabriele (dall’8′ del st Fontana G.), Talarico, Guerrieri, Chiaravalloti, Orlanduccio (dal 37′ del st Paonessa), Costa Giuseppe  (dal 23′ del st Caliò), Poggi Madarena.

ARBITRO: Serena Opipari di Zagarise

MARCATORI:  Al 34′ del pt Costa Giuseppe (PCZ),  al 19′ del st Poggi Madarena (PCZ), al 41′ del st Guerrieri (PCZ)

Netta affermazione della squadra allievi regionali della Pro Catanzaro contro i pari età della Giovanile Catanzarese Calcio. Un 3-0 perentorio firmato Costa, Poggi Madarena, Guerrieri  che non da adito agli avversari ad alcuna recriminazione. I ragazzi allenati da mister Samà, a conferma del buon momento di forma che attraversano, galvanizzati dalla bella e convincente vittoria di sette giorni orsono con la blasonata Bigsport Crotone, sono scesi in campo concentrati e determinati più che mai per raggiungere l’obiettivo prefissato: “vincere”. Un successo importante che consente alla formazione giallorossa, cara al presidente Caridi, di risalire la classifica e di assestarsi, anche se in condominio con la Vigor Catanzaro, in quarta posizione.

La cronaca:  Una stracittadina che nascondeva mille insidie per i giovani Aquilotti che hanno dovuto lottare su ogni pallone per avere, alla fine, ragione su una indomita Giovanile Catanzarese che ha dimostrato di non meritare la posizione attuale in classifica. La chiave del successo odierno della Pro Catanzaro sta nel ritrovato spirito di squadra,  nel  pressing asfissiante attuato a tutto campo e nelle tante seconde palle recuperate dai suoi calciatori. Dopo un inizio gara avaro di emozioni, la prima vera occasione da rete capita ai padroni di casa. Le lancette dell’orologio dell’arbitro segnano il minuto dieci della prima frazione di gioco quando Piterà, ben lanciato da un compagno, ha sui piedi la palla del possibile vantaggio; la sfera di cuoio calciata con violenza si perde abbondantemente fuori dallo specchio della porta difesa da Fera. La gara fino ad allora noiosa tutto di un tratto si infiamma. La Giovanile Catanzarese costretta a ripiegare nella propria metà campo dall’azione martellante degli ospiti si difende con ordine e, in contropiede, crea qualche appressione ai più quotati avversari che, comunque, con Gabriele Costa e Mattia Saverino, quest’ultimo un gigante oggi in campo, eregono un muro invalicabile.  Intorno alla mezz’ora, nel breve volgere di un minuto, Poggi Madarena ha per ben due volte l’occasione per portare in vantaggio la sua squadra ma l’estrosa ala sinistra giallorossa le spreca entrambe calciando prima fuori e poi sul portiere in uscita.

nella foto il gol realizzato da Giuseppe Costa

Al 34′ Giuseppe Costa, ben servito da Orlanduccio, con un delizioso tocco d’esterno porta in vantaggio la squadra ospite; il pallone si infila tra il portiere e il palo. 1-0 Pro e palla al centro. Il primo tempo si chiude senza riservare altre particolari emozioni al numeroso pubblico assiepato in tribuna.  Al rientro dagli spogliatoi, a sorpresa, rientra in campo tra le file della compagine ospite Gabriele Costa che nei minuti finali della prima frazione di gioco aveva accusato un problema muscolare a una coscia. Al 7′ Piterà, vanamente inseguito dal claudicante Costa, con un gran diagonale fa venire i brividi a Fera. All’8′, la Pro Catanzaro sostituisce il biondo e forte difensore centrale Gabriele Costa con Fontana che si sistema a centrocampo e Talarico scala in difesa. Al quarto d’ora Poggi Madarena, su punizione, colpisce la traversa e un minuto dopo un insidiosa conclusione di  Chiaravalloti, da fuori area, sfiora il palo. Il gol è nell’aria a realizzarlo ci pensa Poggi Madarena, oggi (ieri per chi legge), abbastanza ispirato. Minuto diciannove della ripresa, Fontana a metà campo conquista palla e lancia in profondità il n. 11 giallorosso ospite che, di prima intenzione, con una bella conclusione a giro di esterno destro batte Gullì, vanamente proteso in tuffo. Una rete veramente di pregevole fattura degna di altri palcoscenici che consente ai ragazzi di mister Samà di gestire i restanti minuti del match con grande tranquillità. Al primo dei tre minuti di recupero concessi dall’arbitro, Guerrieri, su punizione, mette il suo sigillo personale sul derby a coronamento di una prestazione maiuscola.

LA PRO CATANZARO CON LA BIGSPORT CROTONE PRIMA SOFFRE, POI DILAGA

nella foto la squadra allievi regionali dell’U.S.D. Pro Catanzaro 2014/2015

USD PRO CATANZARO – POL. BIGSPORT CROTONE  3-1

PRO CATANZARO: Mauro (dall’8′ del st Fera), Codispoti (dal 14′ del st Caliò), Pezzano, Saverino, Costa Gabriele (dal 40′ del st Lombardo), Syaf (dall’1′ del st Talarico),  Guerrieri (dal 37′ del st Paonessa), Chiaravalloti, Orlanduccio, Costa Giuseppe (dall’1′ del st Fontana), Poggi Madarena. 

BIGSPORT CROTONE: Pugliese, Squillace, Grande, Fragale, Mirabelli, Innaro, Levato (dal 34′ del st Figliuzzi), Aprigliano (dal 32′ del st Tavernise), Caterina, Viggiano (dal 14′ del st Casella), Iuliano. 

ARBITRO: Sig. Antonio Martino della sezione AIA di Soverato

MARCATORI:  al 10′ del pt Caterina (BSC), al 20′ del pt e al 6′ del st Guerrieri (PCZ), al 12′ del st Chiaravalloti (PCZ)

ESPULSO: al 30′ del st Squillace (BSC) 

Una Pro Catanzaro un po’ dottor Jekyll e un po’ mister Hyde quella vista all’opera nelle ultime due gare casalinghe disputate contro il Catanzaro Lido e la Bigsport Crotone. Una squadra dai due volti: disunita e molle nei primi quaranta minuti di gioco; ben organizzata, determinata, cinica e, soprattutto,  vogliosa di fare risulltato quella che nella ripresa ha deliziato gli spettatori accorsi al campo sportivo. C’è da chiedersi, allora, quale sia la vera Pro Catanzaro e se, dopo la bella vittoria conseguita con la Bigsport Crotone, la formazione giallorossa continuerà a essere dottor Jekyll e mister Hyde.

La cronaca: Vittoria in rimonta per la compagine giallorossa allenata da mister Samà, per l’occasione in tribuna in quanto appiedato dal giudice sportivo, che dopo l’iniziale rete di Caterina ha trovato prima il pari e poi la rete del vantaggio con l’indemoniato Guerrieri e legittimato il risultato con un gran gol, su punizione, di Chiaravalloti. Grazie ai tre punti conquistati i giovani Aquilotti scavalcano in classifica la squadra pitagorica e guardano, ora,  al prosieguo del campionato con rinnovato ottimismo.

nella foto il gol di Caterina 

A passare per prima in vantaggio è la Bigsport Crotone che approfitta di una disattenzione difensiva della difesa giallorossa che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si fa sorprendere dal n. 9 rossoblu che di testa, al 10′, porta in vantaggio gli ospiti. Quattro minuti dopo, Guerrieri ben lanciato da  Orlanduccio entra in area di rigore e, da posizione favorevole, calcia incredibilmente fuori.  Il gol  è  nell’aria,  a  realizzarlo  ci  pensa  il  n.  7   giallorosso

nella foto il gol del pareggio realizzato da Guerrieri

Guerrieri che di testa, al 20′, finalizza in rete un bel traversone di Pezzano. Come era accaduto nella gara disputata sette giorni orsono con il Catanzaro Lido, terrminata 3-3, la compagine catanzarese, forse perchè appagata dal gol del pareggio, si smarrisce e offre  il  fianco ai veloci contropiedi della squadra ospite Continua a leggere

PRO CATANZARO SCONFITTA A ISOLA. POLISPORTIVA ISOLA CAPO RIZZUTO, VITTORIA E PRIMATO

 

nella foto il calcio d’inizio di Polisportiva Isola Capo Rizzuto – Pro Catanzaro

 

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO SSD – USD PRO CATANZARO  2-0

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO:  Simeri, Russo, Pugliese, Affatati (dal 25′ del st Nicoscia), Loprete, Policastrese (dal 10′ del st Migale), Geraldi (dal 15′ del st Giardino), Caterisano C., Polivittimberga (dal 4′ del st Serio), Fauci, Astorino. A disposizione: Caterisano S.

ALLENATORE: Sig. Dario Marsala

PRO CATANZARO:  Mauro, Codispoti, Pezzano, Saverino, Costa, Talarico, Guerrieri, Chiaravalloti, Orlanduccio, Fontana  (dal 28′ del st Lombardo), Poggi Madarena. A disposizione: Fera, Paonessa, Magro, Scalzo

ALLENATORE: Sig. Vito Samà

ARBITRO: Sig. Antonio Mungari della sezione AIA di Crotone

MARCATORI:  Al 33′ del pt Caterisano C. (ICR) e al 3′ del st Geraldi (ICR)

Una Polisportiva Isola Capo Rizzuto cinica e concreta, con un un gol per tempo, supera con il più classico dei risultati la Pro Catanzaro. Gli isolani si confermano formazione molto solida, sempre pronta a pressare alto e a raddoppiare sistematicamente sui portatori di palla della squadra avversaria, capace di imporre il proprio gioco e di limitare al massimo l’azione offensiva degli avanti catanzaresi. Una vittoria importante che,  grazie all’exploit della Kennedy sul campo dell’Audax,  vale,  per i ragazzi allenati da Dario Marsala, la vetta solitaria della classifica del campionato allievi regionali calabrese girone C.

La cronaca: Continua il momento no della Pro Catanzaro che, dopo lo scivolone casalingo della scorsa settimana contro la Sila Regia, rimedia, in quel di Isola, un’altra cocente sconfitta.  Un 2 a 0 che non non lascia adito a recriminazioni se non fosse per una rete, realizzata da Guerrieri nella seconda frazione di gioco, annullata dal Sig. Mungari per un fuorigioco, ai più, apparso inesistente. Parte forte la squadra di casa che, al 9′, potrebbe passare in vantaggio. Fauci dalla lunga distanza colpisce in pieno la traversa della porta difesa da Mauro. Tre minuti dopo, Policastrese invece di concludere a rete, da posizione favorevole, pennella a centro area un insidioso traversone che nessuno dei suoi compagni di squadra riesce a deviare in rete. Dopo un occasione  fallita  da  Polivittimberga,  gli isolani, al 33′, passano in

nella foto il gol di Carmine Caterisano

vantaggio. A realizzare la rete dell’1 a 0 ci pensa, con un preciso tiro, Carmine Caterisano giocatore poliedrico a cui spetta di diritto la palma di migliore in campo ex aequo con Costa Gabriele della Pro Catanzaro. Tre minuti dopo, la squadra ospite va vicina al pareggio con Guerrieri; Simeri si supera smanacciando in angolo   la   conclusione   a  botta

nella foto l’intervento prodigioso di Simeri su Guerrieri

sicura e ravvicinata del n. 7 giallorosso. La prima frazione di gioco si chiude con i padroni di casa in vantaggio per una rete a zezo e con le proteste pacate e civili dell’allenatore della squadra ospite nei confronti dell’arbitro, reo di avere fischiato la fine del primo tempo con tre minuti di anticipo rispetto all’orario regolamentare.  Al rientro dagli spogliatoi chi si aspettava una reazione veemente dei giovani Aquilotti rimarrà profondamente deluso. Al 3′, la Polisportiva Isola Capo Rizzuto approfitta di una dormita collettiva della difesa avversaria per raddoppiare. Geraldi, ben lanciato da un compagno  di  squadra,  si incunea nell’area di

nella foto il gol del 2-0 realizzato da Geraldi

rigore giallorossa e con un preciso rasoterra realizza il gol che consente agli isolani di gestire i restanti minuti dello incontro  con grande tranquillità. Cinque minuti più tardi, Geraldi ha sui piedi la palla del possibile tre a zero ma Mauro si supera e salva il risultato. Al 20′, una sfortunata deviazione di Astorino per poco non consente alla compagine catanzarese di dimezzare lo svantaggio. Dieci minuti dopo, delizioso assist di Chiaravalloti per Guerrieri che entra in area di rigore e, da posizione defilata, calcia alto sulla traversa.  I minuti finali della partita vedono una Pro Catanzaro sbilanciata in avanti alla ricerca del gol della bandiera e una Polisportiva Isola Capo Rizzuto incapace di infierire ulteriormente sugli avversari. Da segnalare, infine,  una rete realizzata da Guerrieri a quattro minuti dal termine del secondo tempo regolamentare annullata dall’arbitro per  fuorigioco e, allo scadere, un gran fendente di Talarico che avrebbe meritato miglior fortuna.